Hic et nunc

Le relazioni sono mutevoli nel tempo, siano esse tra persone o persone e luoghi. L’evoluzione di un legame può portare a confusione o conflitti interiori, ma non per questo ne affievolisce l’intensità.
Hic et nunc è luoghi, luoghi che sono stati qualcosa e che ora non sono più.
La loro raffigurazione rispecchia il rapporto che ne deriva: l’immagine è un appunto di un ricordo o di un’emozione distorti dal tempo, è l’espressione del bisogno di riappropriazione.
La notte è il buio che appiattisce e restituisce una visione neutrale delle cose, la luce parzializza la realtà disvelandola passo dopo passo e permettendone un’analisi lenta.
È la contrapposizione posta in essere tra quiete e conflitto che crea armonia nel divenire.

(ENG)